Chi sono

Remo Carulli Come qualsiasi psicoterapeuta a orientamento psicodinamico, prima di fare questo lavoro sono stato seduto dall’altra parte, per affrontare la mia storia e comprendere cosa si provi ad andare da un professionista che si occupa della mente: ho svolto un primo percorso da una psicoterapeuta a orientamento gruppoanalitico, ed il secondo da uno psicoterapeuta junghiano. Mi sono laureato in psicologia a Torino nel 2005 con il punteggio di 110/110, scrivendo una tesi in “Psicologia dell’esperienza religiosa”. Successivamente, mosso dall’interesse per la possibilità di conciliare gli studi con l’interesse per lo sport, ho frequentato nel 2006 un master a Milano presso l’associazione “Psicosport”. Nel 2007 sono diventato psicologo per il settore giovanile e scolastico della Federazione Italiana Gioco Calcio del Piemonte, ruolo che ho ricoperto fino al 2015. Parallelamente, mi sono formato nello studio delle tecniche di meditazione, che ho appreso frequentando vari monasteri in India, Nepal, Laos e Thailandia, e ho svolto per alcuni anni il lavoro di educatore.

Per quanto riguarda la psicoterapia, ho iniziato l’attività nel 2012, dopo aver conseguito la specializzazione in psicoterapia a orientamento psicoanalitico presso la SPP di Torino.

Mi occupo di formazione, in diversi contesti, pubblici e privati. Sono stato commissario per gli Esami di Stato per Psicologi a Torino negli anni 2012 e 2013. Dal 2012 al 2014 sono stato Cultore della Materia all’Università degli Studi di Torino per la Cattedra di Psicologia Clinica, partecipando al gruppo di ricerca del prof. Cesare Albasi. Nel 2014 ho iniziato la collaborazione con l’Università IUSTO di Torino. Dopo aver insegnato Psicologia dello Sport, dal 2016 sono docente di Psicologia Clinica nell’omonimo corso di laurea specialistica.

La scrittura è una parte del mio impegno quotidiano: in particolare, dal 2014 lavoro con la casa editrice Lonely Planet, per la quale sono stato autore o coautore di diverse guide di viaggio.

Back to Top